IC FUCECCHIO

Nuovo Coronavirus: cosa c’è da sapere
(aggiornata al 29/01/2020)


In questi giorni si è parlato molto del Coronavirus, che ha causato 132 vittime in Cina e oltre seimila contagi.
Di che cosa si tratta? Ecco le 5 cose da sapere per non farsi prendere dal panico.


Che cos’è il coronavirus?
Il coronavirus è un virus a RNA, noto per causare patologie di gravità variabile, da un comune raffreddore a malattie
più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS).


Che cos’è il nuovo coronavirus che sta circolando in Cina?
Il nuovo coronavirus è un nuovo ceppo di coronavirus identificato agli inizi di quest’anno in Cina. Il suo nome
esatto è Novel Coronavirus oppure 2019-nCoV. Attualmente i casi identificati sono principalmente in Cina. Casi
isolati sono stati registrati in alcuni Paesi del mondo, tra cui Giappone, Stati Uniti, Francia e Germania. Al
momento non sono stati accertati casi in Italia. Secondo il Ministero della Salute, che si basa su valutazioni
dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, il rischio di propagazione è considerato molto alto in Cina e alto a livello
europeo e globale.


Come si trasmette una infezione da coronavirus?
I coronavirus possono trasmettersi da animali infetti a uomo. È già successo in Cina nel 2002 e in Arabia Saudita nel
2012. Alcuni coronavirus possono trasmettersi da persona a persona, di solito in seguito a contatto stretto con un
soggetto ammalato.


Quali sono i sintomi di una persona infetta da un coronavirus?
La sintomatologia è variabile. I sintomi più comuni sono quelli simil influenzali, tra cui febbre, tosse, difficoltà
respiratoria. Nei casi più gravi, l’infezione può però anche causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave,
insufficienza renale e persino la morte.


Come prevenire l’infezione da coronavirus?
Allo stato attuale non esiste un vaccino per prevenire l’infezione, anche se alcune aziende ci stanno già lavorando.
Alcuni consigli utili sono: corretta igiene delle mani ed evitare il contatto ravvicinato con persone con sintomi
influenzali o respiratori.